Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Sito web dedicato ai Professionisti 

  • Home
  • BLOG
  • La bellezza rara del Glicine
La bellezza rara del Glicine

La bellezza rara del Glicine

C’era una volta una fanciulla che non amava il suo aspetto. In realtà non era brutta, ma la sua era una bellezza fuori dal comune. Per questo si sentiva esclusa e diversa dalle altre giovani del villaggio, che invece rientravano nei canoni estetici di quei tempi. Oggi diremmo che quella era una ragazza particolare, ma invece di vivere questa sua diversità come un pregio, come una rarità, invece di sentirsi unica, la fanciulla soffriva. Un giorno, in cui nessuno ricorda esattamente cosa accadde, il suo dolore raggiunse l’apice ed ella si rifugiò in un giardino assolato per piangere tutte le sue lacrime. La natura che invece aveva riconosciuto la sua bellezza, triste nel vedere tanta disperazione, decise di intervenire e cominciò a far nascere intorno alla giovane una pianta dai fiori bellissimi e dal profumo inebriante. Rimasta colpita dallo splendore di questa pianta, così diversa e unica dalle altre, per le forme e i colori posseduti, la ragazza si rinfrancò e capì di possedere anch’ella una bellezza unica. Da quel giorno la sua diversità non fu più un difetto. All’improvviso si accorse che tutto il mondo aveva da sempre riconosciuto quanto fosse bella e che soltanto lei non lo sapeva. Capì che il motivo per cui tutti la tenevano a distanza era perché non si sentivano alla sua altezza e da quel giorno visse la sua vita serenamente. La pianta che era nata dalle lacrime della bellissima fanciulla era un Glicine. La storia è una vecchia leggenda italiana  e fa di questa pianta il simbolo della bellezza rara.

Non è un caso infatti che il Glicine sia considerata una delle piante ornamentali per eccellenza. Imponente e profumata, ciò che colpisce di più di questa rampicante è la forma e il colore delle sue fioriture. Il Glicine infatti produce dei veri grappoli con migliaia di piccoli fiori color azzurro-violetto. Nel mondo ne esistono esemplari incredibili. Il glicine che detiene il record mondiale di grandezza e di fioritura si trova in Sierra Madre, California. Si diffonde  per più di un acro e la sua fioritura può raggiungere il milione e mezzo di fiori per un peso totale di 250 tonnellate. Questa pianta è considerata una delle meraviglie vegetali del mondo e ogni anno, dal 1918, migliaia di persone si riuniscono per festeggiarla con il Festival del Glicine. Un altro luogo in cui è possibile ammirare quanto possa essere spettacolare questa pianta si trova in Giappone nella città di Kitakyushu, dove si trova Fuji Garden un giardino privato in cui è possibile ammirare ben 150 piante di Glicine. L'attrazione principale del giardino è il tunnel di Wisteria che permette ai visitatori di camminare lungo un incantevole tunnel di glicine che da vita ad un'esplosione di colori. 

Il Glicine, chiamato anche Wisteria in onore di Gaspare Wistar, studioso di anatomia di Filadelfia che visse nella seconda metà del ‘700, è un genere di pianta rampicante della famiglia delle Fabacee. Originario della Cina e del Giappone, venne importato in Occidente alcuni secoli orsono. Cresce avvolgendosi facilmente a qualsiasi supporto e può raggiungere anche i 20 metri di altezza. E’ una pianta forte e resistente, che si adatta a qualsiasi tipo di terreno anche se preferisce quelli profondi, argillosi e ricchi di elementi nutritivi. Ama il sole e viene utilizzata soprattutto per scopo ornamentale per ricoprire muri, pergolati, recinzioni o arrampicarsi ad alberi, nei giardini e sulle terrazze.

innocenti e mangoni, piante, pistoia, wisteria, glicine